Romania News
Istituto nazionale per il Commercio Estero (ICE) Ufficio di Bucarest
Tel. +40 21 2114240, Fax. +40 21 2100613, e-mail: bucarest@ice.it
 In primo piano
370 MILIONI DI EURO PER LA COSTRUZIONE DI AUTOSTRADE E TANGENZIALI NEL 2018, + 20% RISPETTO AL 2017
370 MILIONI DI EURO PER LA COSTRUZIONE DI AUTOSTRADE E TANGENZIALI NEL 2018, + 20% RISPETTO AL 2017

Il Ministero romeno dei Trasporti ha stanziato 1,71 miliardi di lei (circa 370 milioni di euro) per la costruzione di autostrade e tangenziali (cinture) nel 2018, quasi il 20% in più dell'importo speso quest'anno, stimato a 1,44 miliardi di lei (circa 310 milioni di euro), secondo il progetto di bilancio del ministero per il prossimo anno. La priorità sono l’inizio dei lavori all'autostrada Sibiu - Pitesti e la finalizzazione delle autostrade Sebeş - Turda e Lugoj - Deva.  

Il budget per la costruzione di autostrade e raccordi aumenterà significativamente nei prossimi anni, stimato a 2,39 miliardi di lei nel 2019 e a 2,94 miliardi di lei nel 2020. Il Ministero dei Trasporti aumenta anche il budget per l’ammodernamento delle strade nazionali, da 519 milioni di lei, il livello di esecuzione nel 2017, a 686 milioni di lei nel 2018. Saranno allocati più fondi per il programma di manutenzione delle infrastrutture stradali, vale a dire 331 milioni di lei, rispetto ai 257 milioni di lei spesi quest'anno. 
La dotazione di bilancio per i progetti di modernizzazione delle infrastrutture ferroviarie diminuisce, passando da 3,22 miliardi di lei quest'anno a 2,45 miliardi di lei nel 2018. 
Il Ministero raddoppia il budget per lo sviluppo delle infrastrutture sul Danubio, canale navigabile e porti marittimi, da 284 a 609 milioni di lei l'anno prossimo. 
Un leggero aumento è previsto anche nel disegno di bilancio per l'aumento della capacità aeroportuale, da 81 milioni di lei nel 2017 a 102 milioni di lei nel 2018. 
D'altra parte, il bilancio per la modernizzazione della metropolitana di Bucarest diminuisce da 1,35 miliardi di lei a 1,18 miliardi di lei l'anno prossimo.
 
I progetti prioritari del Ministero dei trasporti per l'anno 2018 e il biennio 2019-2021 sono i seguenti: 
 
Infrastruttura stradale: 
- proseguimento dei lavori sull'autostrada Lugoj - Deva, sull'autostrada Sebeş Turda; 
revisione della documentazione tecnico-economica e avvio dei lavori per l'autostrada Pitesti-Sibiu; 
- costruzione di corridoi di collegamento autostradale attraverso strade europee e
autostrade; 
- continuazione del programma di costruzione di bypass (es Targu Mures, Bacau, Carei,
Craiova Sud, Targu Jiu, Caracal, Comarnic, Busteni, Campina, Mihăileşti, Săcuieni); 
- riabilitazione di ponti e passaggi (es riabilitazione del ponte Giurgiu sul Danubio,
cavalcavia sulla tangenziale di Oradea).
 
Infrastruttura ferroviaria:
- modernizzazione / riabilitazione della linea ferroviaria Confine - Curtici-Arad -Simeria
Coslariu -Sighişoara;
- modernizzazione delle stazioni ferroviarie;
- adeguamento degli impianti per aumentare la sicurezza del traffico;
- riabilitazione della linea ferroviaria KM 614 - Simeria.
 
Metropolitana di Bucarest:
- estensione della rete metropolitana, attraverso l'esecuzione delle sezioni 1 Mai
Otopeni, Eroilor-Universitate- Piata Iancului, Parco Bazilescu-Straulesti;
- riabilitazione della rete metropolitana sezione Berceni-Pipera;
- ammodernamento degli impianti di accesso alla metropolitana e degli impianti di
ventilazione.
 
Infrastruttura aerea: 
- ammodernamento di aeroporti e aerodromi, in base alle disposizioni del Master Plan
Generale dei Trasporti.
 
Infrastruttura navale:
- lavori infrastrutturali per lo sviluppo di terminal specializzati nel Porto di Constanta
Sud-Mol 3S e 4S nel Porto di Costanza;
- ammodernamento dell'infrastruttura portuale garantendo l'approfondimento dei canali
e dei bacini e la sicurezza della navigazione nel Porto di Costanza (S1);
- realizzazione degli ancoraggi specializzati in un'area profonda (Dana D80) (ml) (S2) / ecc.;
piattaforma industriale nel Porto di Constanta Sud;
- miglioramento delle condizioni di navigazione sul Danubio tra Călăraşi e Braila,
km375-km 175;
- ammodernamento delle chiuse - attrezzature e installazioni sul Canale Danubio – Mar 
Nero e Poarta Alba Midia - Năvodari;
- modernizzazione dei porti sul Danubio e lo sviluppo degli stessi.
 
Trasporto intermodale:
- creazione di centri intermodali attraverso progetti con finanziamenti europei
(località prioritarie: Timisoara, Oradea, Cluj-Napoca, Bacău).
 
Oltre ai progetti sopra menzionati, il portafoglio di progetti POGI - Programma Operativo Grande Infrastruttura 2014-2020, relativo al settore dei trasporti, include altri progetti che verranno implementati su tutte le tipologie di trasporto.
Copyright - Istituto Nazionale per il Commercio Estero (ICE) - Ufficio di Bucarest